Regolamento

Regolamento

CAPITOLO I

REGOLAMENTO GENERALE
Articolo 1. Le norme del presente Regolamento si applicano a tutte le Leghe, Campionati Regionali e Mondiali di entrambi i rami sostenuti o organizzati dalla FIMBA

AUTORITÀ DEI CAMPIONATI
Articolo 2. Le autorità dei Campionati FIMBA saranno:
Il direttore del concorso
Il coordinatore tecnico
La commissione disciplinare.

LINGUE UFFICIALI
Articolo 3. Le lingue ufficiali del campionato sono l’italiano, lo spagnolo e l’inglese. Il Comitato Organizzatore ha l’obbligo di disporre di interpreti, opzionalmente anche per la lingua portoghese.

CAMPIONATI MONDIALI E REGIONALI
Articolo 4. I Campionati Mondiali e Regionali dureranno fino a dieci (10) giorni. Inizieranno venerdì alle 09:00 con la registrazione delle squadre, dei giocatori, degli accompagnatori e dei partecipanti e il Congresso tecnico obbligatorio e si giocheranno in nove otto (8) o nove (9) giorni, a partire da sabato mattina e terminando sabato o domenica della settimana successiva alle 20:00. Ci saranno due (2) o tre (3) giorni di riposo per la squadra durante l’intero evento. I giorni di riposo non devono essere consecutivi né coincidere nella stessa fase.
Articolo 4 bis. Le Leghe dureranno sei (6) giorni. Inizieranno il giorno precedente alle partite alle ore 12:00 con la registrazione delle squadre e dei giocatori. Quel giorno sarà organizzato il Congresso Tecnico informativo. Si giocherà in cinque (5) giorni, a partire dal giorno successivo in cui sarà organizzata la celebrazione di apertura e durerà fino al sesto giorno alle 18:00. Le squadre consentono a giocatori di diversi paesi di soddisfare le seguenti regole: a) i giocatori devono avere l’età della propria categoria o raggiungerla durante l’anno del torneo, e b) i giocatori non possono giocare in nessuna categoria di età superiore.

CAPITOLO II

SQUADRE E CATEGORIE DI ETÀ
Articolo 5. Le categorie di età delle Leghe Maxibasket, Campionati Regionali e Mondiali (categorie di seguito richiamate) sono le seguenti:
Donne: 30, 35, 40, 45, 50, 55, 60,65 e 70 anni e oltre,
Uomini: 30, 35, 40, 45, 50, 55, 60, 65, 70, 75 e 80 anni e oltre.
Articolo 6. In futuro potrebbero essere introdotte nuove categorie.

ETÀ DEI GIOCATORI
Articolo 7. Le partecipazioni dei giocatori nelle categorie stabilite negli articoli precedenti sono soggette alle seguenti regole:
I giocatori devono avere l’età della propria categoria o raggiungerla durante l’anno del torneo.
I giocatori non possono giocare in nessuna categoria di età superiore.
Nelle ultime due categorie di entrambi i rami possono giocare solo due (2) giocatori di un (1) anno di età inferiore.

QUANTITÀ DI PAESI E SQUADRE PER CATEGORIA
Articolo 8. Il numero minimo di paesi per stabilire una categoria è di tre (3).
Articolo 9. Se non c’è un minimo di quattro (4) squadre in una categoria ufficiale, le squadre di questa categoria giocheranno contro le squadre della categoria inferiore. Per la classifica finale e se sono presenti almeno due (2) squadre di paesi diversi, si disputeranno le finali per il primo posto tra le squadre della propria categoria. Le squadre riceveranno le corrispondenti medaglie di campionato in base al piazzamento nella propria categoria.

SQUADRE PER PAESE E CATEGORIE
Articolo 10. Ogni nazione può iscrivere fino a 3 squadre in ogni categoria, che saranno identificate come A, B e C. In caso di possibili situazioni, la FIMBA può autorizzare l’iscrizione di più squadre per categoria oltre le 3 per ogni nazione.
Tutte le squadre devono avere l’approvazione del Rappresentante Nazionale designato dalla FIMBA, al fine di iscriversi a qualsiasi torneo organizzato e/o promosso dalla FIMBA.
Articolo 10 bis. Ai campionati regionali saranno ammesse squadre di altre regioni. Si chiameranno “Ambasciatori”.
I giocatori di queste squadre possono essere dello stesso paese o diversi ma della stessa regione,
Le squadre Ambassador dello stesso paese devono aver partecipato o essere iscritte al loro campionato regionale dello stesso anno,
In caso di squadre con giocatori provenienti da paesi diversi, i giocatori devono aver partecipato o essere iscritti a squadre della loro regione nello stesso anno. Queste squadre sono indicate come squadre FIMBA,
Le squadre Ambassador non possono accedere ai giochi per le posizioni finali,
Le quantità, la categoria e il ramo saranno determinati dalla FIMBA in ogni campionato.

FINALI TRA PAESI
Articolo 11. Nessun paese può essere degno sia del 1° che del 2° posto nella stessa categoria.
Le squadre di un paese che partecipano alla stessa categoria devono eliminarsi a vicenda, in modo che solo una sola squadra possa raggiungere la finale indipendentemente dai gironi da cui provengono e dalla loro posizione in essi.

SISTEMA DI GIOCO
Articolo 12. Il sistema di gioco del campionato sarà per gironi di classifica, che saranno formati per sorteggio e secondo i calendari ufficiali.
Prima del sorteggio per la costituzione dei gironi e la realizzazione del calendario ufficiale, le squadre che per motivi religiosi, situazioni particolari o forza maggiore non possono disputare qualche giornata di campionato dovranno darne comunicazione scritta al Comitato Tecnico FIMBA, per avere informazioni al momento della redazione del rispettivo calendario. Dopo tale data non ci saranno variazioni per nessun motivo.

CAPITOLO III

PARTECIPANTI – GIOCATORI E ROSTER

PARTECIPANTI
Articolo 13. Per partecipanti si intendono: tutti i giocatori, i delegati, gli allenatori, gli ausiliari, gli arbitri, i segnapunti, gli accompagnatori registrati, i governatori dell’evento, lo staff e i governatori della FIMBA, ecc.
Per ausiliario si intende un membro ufficiale della squadra diverso da un giocatore, allenatore o delegato.
Arte. 13 bis
Nessun arbitro o segnapunti può partecipare come giocatore allo stesso torneo. Nessun assistente o membro ufficiale della squadra può partecipare come arbitro allo stesso torneo.

DIPLOMI
Articolo 14. Il Comitato Organizzatore rilascerà un diploma di partecipazione a tutti i partecipanti al Campionato, firmato dal Presidente del Comitato Organizzatore, dal Presidente della FIMBA e/o dal Presidente del Comitato Regionale.

SQUADRE
Articolo 15. Ogni squadra deve avere un delegato responsabile.
Articolo 16. Derogato
Articolo 17. Le squadre sosterranno le seguenti spese: alloggio e viaggio, il pagamento della quota di iscrizione al campionato, tutti gli oneri e le spese dei membri durante il torneo, le spese di viaggio nazionali.
Articolo 17 bis. Le squadre, i giocatori, gli ausiliari e gli accompagnatori che per qualsiasi motivo non potranno partecipare ad un campionato, saranno rimborsati del 100% del pagamento delle quote di iscrizione (meno spese) previa comunicazione al Comitato Organizzatore entro e non oltre centoventi (120) giorni prima del sorteggio dei gironi del campionato, e sarà rimborsato con il 50% del pagamento delle quote di iscrizione previa comunicazione al Comitato Organizzatore entro e non oltre novanta (90) giorni prima del sorteggio gironi del campionato.
Dopo tale termine nessun rimborso sarà rimborsato per rinuncia o mancata frequenza. Le quote di iscrizione versate saranno trattenute per coprire le spese del campionato.

SCHEDA DI REGISTRAZIONE
Articolo 18. Ogni componente delle squadre partecipanti riceverà una scheda di iscrizione personale con il numero di licenza FIMBA, i suoi dati anagrafici, la data di nascita e la nazione di rappresentanza.

GIOCATORI
Articolo 19. Le squadre partecipanti saranno composte da giocatori originari del loro paese.
I giocatori che pretendono di giocare in un paese diverso dalla propria nazionalità devono dimostrare in modo definitivo con la firma del Rappresentante FIMBA del proprio paese di avere un anno di residenza in esso. I giocatori che giocano per una nazione non potranno giocare per un’altra fino al prossimo torneo dello stesso tipo di campionato. Il periodo non sarà mai inferiore a due anni. Eventuali situazioni particolari saranno valutate dal Comitato Organizzatore.
Articolo 19 bis. Tutti i partecipanti devono essere in possesso della Licenza FIMBA per poter essere inseriti in una squadra e deve essere autenticato dal Rappresentante Nazionale. In sua assenza deve essere autenticato dal Presidente della Regione corrispondente.

AMMISSIBILITÀ DEI GIOCATORI
Articolo 20. Un giocatore idoneo a partecipare ai Campionati, Leghe, Campionati Regionali e Mondiali FIMBA è colui che:
-è in possesso della sua licenza FIMBA,
-dimostra l’età appropriata o il cui compleanno corrispondente cade nell’anno civile in corso in conformità con l’articolo 7,
-è iscritto nel roster della sua squadra prima dell’inizio del campionato,
-ha presentato al Rappresentante nazionale FIMBA la sua attitudine fisica e ha firmato una liberatoria (waiver).

DELEGATI
Articolo 21. Per le autorità del campionato il delegato è il rappresentante della squadra e responsabile di iscrivere la squadra, presentare in tempo la rosa ufficiale della squadra, compreso il numero di licenza FIMBA di ciascun giocatore, e completare tutte le formalità, apportare modifiche e aggiungere giocatori in tempo utile.
Soddisfare tutte le regole e i regolamenti della FIMBA, firmare il modulo di rinuncia del delegato (waiver).

ROSTER DELLA SQUADRA
Articolo 22. L’elenco delle squadre di ogni squadra che partecipa a un Campionato FIMBA, Leghe, Campionati Regionali o Mondiali deve essere compilato online o inviato via e-mail al Comitato Organizzatore, prima della scadenza della registrazione al torneo, con il numero di licenza FIMBA di ogni giocatore.
Nel caso ci sia un giocatore sprovvisto di Licenza FIMBA è obbligatorio comunicare la data di nascita e il numero di passaporto o documento di identità attivo rilasciato dall’autorità nazionale e portarne copia.
Articolo 22 bis. Gli elenchi devono essere integrati dal minimo corrispondente alla categoria e da un massimo di quindici (15) iscritti. Il roster può avere fino a quattordici (14) giocatori e un allenatore. Nel caso in cui siano più di dodici (12) giocatori, ognuno deve registrarsi con un numero individuale di maglie.
Si possono avere tre (3) ausiliari tecnici per completare le quindici (15) persone in totale.
Separatamente possono essere registrati fino a tre (3) ausiliari extra.
Nelle categorie: 30+, 35+, 40+, 45+ e 50+ la rosa della squadra deve avere un minimo di 8 giocatori.
Nelle categorie: 55+, 60+, 65+, 70+, 75+ e 80+ la rosa della squadra deve avere un minimo di 10 giocatori
Le squadre con meno di 12 giocatori possono includere gli allenatori, gli assistenti o il delegato come giocatore.
Dopo la prima partita, se una squadra non ha il numero necessario di giocatori per partecipare, per cause di forza
maggiore, può giocare con il numero minimo necessario per la partita secondo le regole FIBA.
Solo dodici (12) giocatori possono partecipare a una partita.

GIOCARE IN PIÙ DI UNA CATEGORIA O SQUADRA
Articolo 23. Nessun giocatore può giocare in più di una categoria o squadra nello stesso campionato.

AUSILIARI EXTRA
Articolo 24. Qualsiasi persona aggiunta alla rosa della squadra di 15 persone non può richiedere al Comitato Organizzatore alcun diritto e/o obbligo, a meno che non abbia pagato le quote come ausiliari supplementari.
Saranno ammessi fino a tre (3) ausiliari extra nella stessa squadra.

MODIFICHE E INCORPORAZIONI
Articolo 25. Qualsiasi modifica o aggiunta di giocatori, allenatori o ausiliari alla rosa della squadra può essere effettuata fino a sette (7) giorni prima dell’inizio del campionato.

ETÀ, ATTITUDINE FISICA E WAIVERS
Articolo 26. All’atto dell’accreditamento il delegato della squadra presenterà al Comitato Organizzatore: a) le rinunce firmate da ogni persona della rosa della squadra, e b) firmerà il modulo del delegato confermando il possesso dell’attitudine fisica di ogni componente della squadra.

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE
Articolo 27. Ogni partecipante può richiedere al Comitato Organizzatore un certificato di partecipazione per la durata del torneo.

MAGLIE DA GIOCO
Articolo 28. Al momento dell’iscrizione, ogni delegato di squadra comunicherà i colori dei due completi delle maglie da gioco obbligatorie, uno chiaro e uno scuro. Le squadre possono utilizzare solo i numeri 0 e 00 e da 1 a 99.
Trenta (30) minuti prima di ogni partita il delegato confermerà al tavolo dei punteggi la rosa della squadra dei 12 giocatori con i numeri delle maglie per la partita.
Articolo 29. Le maglie possono mostrare il nome della nazione della squadra e/o pubblicità. La pubblicità deve essere informata prima della FIMBA per essere autorizzata. Non sono ammesse immagini discriminatorie o iscrizioni moralmente non accettate. Tutte le maglie dovranno avere in ogni angolo frontale superiore il logo FIMBA.

CAPITOLO IV

CONGRESSO TECNICO DI CAMPIONATO E INFORMAZIONE
Articolo 30. Il Comitato Organizzatore organizzerà un Congresso Tecnico informativo con la partecipazione obbligatoria di tutti i delegati delle squadre prima dell’inizio dei giochi.
Tutte le informazioni saranno preventivamente comunicate dal Comitato Organizzatore sulla rivista ufficiale “Overtime” del campionato. Il Comitato Organizzatore deve necessariamente disporre di traduttori di inglese, italiano, portoghese e spagnolo durante il Congresso.
Al Congresso Tecnico verrà comunicato quanto segue:
L’ubicazione dei campi, il calendario delle partite, le regole del torneo e del gioco, informazioni su arbitri e segnapunti, celebrazioni, cerimonie, informazioni generali, ecc.
Il calendario degli incontri di campionato.
Non ci saranno cambiamenti al programma né alcuna modifica di giochi o date al Congresso.
Eventuali informazioni aggiuntive durante il torneo devono essere comunicate ai delegati di tutte le squadre partecipanti con certezza della loro ricezione.

QUESTIONI GENERALI DEL MAXIBASKETBALL
Articolo 31. Dopo il Congresso Tecnico potrà trattare tutte le questioni ritenute dalla FIMBA e/o dai Comitati Regionali di interesse generale per lo sviluppo e il miglioramento del Maxibasket, potendo concordare orario e luogo dei futuri incontri durante il torneo presso cui parteciperanno i delegati delle squadre, le autorità del Comitato Organizzatore, le autorità Regionali, i Rappresentanti della FIMBA, il Coordinatore Tecnico, il Direttore di Gara e le autorità della FIMBA.

CAPITOLO V

IL COORDINATORE TECNICO E IL DIRETTORE DELLA GARA
Articolo 32. Il Coordinatore Tecnico del campionato sarà nominato dalla FIMBA e sarà considerato come:
Il Commissario Tecnico e controllore del campionato,
Il coordinatore degli arbitri e dei segnapunti,
Il capo tecnico durante il torneo,
Il valutatore degli aspiranti Arbitro FIMBA,
Colui che invia giornalmente i referti e le relazioni degli arbitri alla Commissione di Disciplina comunicando le squalifiche dei calciatori senza verbale e le sospensioni automatiche.
I loro doveri e diritti iniziano con la nomina e terminano con la relazione finale.
Il Comitato Organizzatore nominerà una persona bilingue di lingua locale disponibile per l’assistenza e la collaborazione.
Ha l’obbligo di presenziare con il Coordinatore Tecnico al Congresso Tecnico ea tutti gli altri incontri previsti durante il torneo in cui il Coordinatore Tecnico deve essere presente.
I doveri e i diritti del Coordinatore Tecnico sono i seguenti:
-Novanta (90) giorni prima del campionato richiederà all’Organizzatore l’elenco del numero minimo e necessario di arbitri per il campionato, con il livello e l’esperienza di ognuno. Gestirà più arbitri nel caso non siano sufficienti.
-Richiederà l’elenco del numero minimo e necessario di segnapunti per il campionato e ne gestirà altri nel caso non siano sufficienti.
-Venti (20) giorni prima del campionato si terrà una videoconferenza con gli Arbitri FIMBA incaricati di aggiornare le regole e organizzare il lavoro congiunto. Il giorno precedente l’inizio del campionato e in un incontro programmato si terrà una riunione tecnica con gli arbitri del campionato per introdurre gli arbitri nazionali e internazionali e informare: a) le regole del torneo, b) il calendario delle partite, c) il sistema di gioco, d) i suggerimenti per l’arbitraggio, e) i cambiamenti e le informazioni dell’ultimo momento, ecc.
-Nominare gli arbitri per le partite. Nominare l’arbitro principale, il secondo e/o il terzo, più un sostituto in caso di assenza o qualsiasi problema circostanziale di uno qualsiasi degli incaricati. Un arbitro FIMBA sarà sempre l’arbitro principale.
– Rimuovere dal consiglio degli arbitri coloro che non mostrano capacità tecniche sufficienti per esibirsi nel torneo;
-Nominare i segnapunti al tavolo – di età non inferiore a 18 anni prima dell’inizio – e tenere riunioni con loro per testare la loro responsabilità e capacità conoscitive;
-Controllare e vidimare tutte le schede di punteggio, controllando il punteggio progressivo e di ciascun giocatore, nonché i risultati parziali e finali;
Dopo 72 ore dall’inizio del torneo riporterà la valutazione degli aspiranti ad Arbitro FIMBA. Coloro che hanno dimostrato attitudini positive continueranno e coloro che saranno rimproverati termineranno la prestazione perdendo i diritti di alloggio e di extra, tornando nei luoghi di origine;
Presenterà alle autorità della FIMBA un riepilogo generale dello sviluppo tecnico del campionato, inclusa la qualificazione degli aspiranti ad Arbitro FIMBA;
Ritirerà dall’Organizzatore e pagherà agli Arbitri FIMBA le loro quote;
Invierà, direttamente o tramite suo assistente, al Direttore di Gara del campionato i referti, i rapporti ricevuti e le informazioni dei giocatori squalificati senza referto per la sospensione automatica.
Articolo 33. La nomina dell’arbitro da parte del Coordinatore Tecnico del campionato non può essere opposta o contestata in nessun caso.
Articolo 34. Il Comitato Organizzatore deve disporre di una quantità sufficiente di arbitri e segnapunti nazionali con competenze per coprire tutte le partite del campionato e personale sufficiente per cooperare come supervisori. Tutti devono avere più di 18 anni.
Se necessario il Coordinatore Tecnico può:
a) Rimuovere arbitri, segnapunti e supervisori, e b) Richiedere e nominare nuovi arbitri, segnapunti o supervisori.
Articolo 35. La persona nominata dal Comitato Organizzatore per cooperare con il Coordinatore Tecnico indicherà il livello degli arbitri locali, che dovranno essere debitamente autorizzati da enti nazionali ed internazionali per poter cooperare con gli arbitri internazionali FIMBA designati per la torneo.
Qualsiasi arbitro FIMBA deve avere la licenza annuale aggiornata per poter essere nominato.

Il DIRETTORE DELLA COMPETIZIONE
Articolo 35 bis. Il direttore di gara del campionato sarà nominato dalla FIMBA.
1) Il suo lavoro inizia il giorno della sua nomina e si conclude con la consegna del riepilogo finale;
2) Ha i seguenti poteri e doveri:
a) Prima dell’inizio del campionato organizzerà il sorteggio pubblico delle squadre di ogni categoria in base al numero di ciascuna; dopo il sorteggio predisporrà il calendario delle partite di campionato con l’orario e i campi di ogni partita secondo il regolamento;
b) Durante il Congresso Tecnico:
-Ricorda le regole del torneo;
-Fa le raccomandazioni per la buona disciplina delle squadre e dei giocatori;
-Provvede ai chiarimenti delle regole;
-Ricorda l’obbligo delle maglie da gioco come locali o visitatori, la tempestività degli orari di inizio delle partite, il sistema di calendario in ogni categoria, l’automatica squalifica o sospensione per doppio fallo tecnico, ecc.;
-Risponde a qualsiasi domanda della zona di competenza;
c) Manterrà i risultati di tutte le partite del torneo e l’elenco delle qualificazioni delle squadre; sarà responsabile del completamento del sorteggio delle squadre di qualificazione per le semifinali e le finali e altri giochi di posizione, rispettando le regole FIMBA;
d) Al termine del campionato presenterà all’Organizzatore e alle autorità della FIMBA un riepilogo dei risultati di tutte le partite, la classifica finale delle squadre e il punteggio per categoria.

CAPITOLO VI

CELEBRAZIONI E CERIMONIA DI APERTURA
Articolo 36. Il giorno di inizio sarà organizzata una Cerimonia di Apertura, obbligatoria per ogni squadra partecipante, nella palestra dove dopo la Cerimonia potrà essere organizzata una partita, o dove l’Organizzatore propone ed è accettato dalla FIMBA.
Il Comitato Organizzatore e la FIMBA possono decidere altri tipi di celebrazioni appropriate all’interesse del torneo.
Articolo 37. Ogni partecipante delle squadre nazionali deve:
Sfilare dietro le proprie bandiere ei nomi dei propri paesi, portate da persone designate dal Comitato Organizzatore in ordine alfabetico dei paesi, escluse le squadre del Paese organizzatore che chiudono il corteo.
Stare davanti all’Honor Stage in fila dietro il loro stendardo o bandiera o dove decide l’Organizzatore.
Seguirà la celebrazione:
Durante la sfilata verrà suonata la musica ufficiale della FIMBA o qualsiasi altra appropriata.
Una volta che le squadre saranno al loro posto, verrà suonato l’inno nazionale del paese organizzatore.
Successivamente il Presidente del Comitato Organizzatore pronuncerà alcune parole di benvenuto. Non deve superare i due (2) minuti.
Saluterà il Presidente della FIMBA o un suo rappresentante. Il discorso non deve superare i tre (3) minuti.
Il Direttore dell’Ente Regionale in cui si svolge il Campionato aprirà ufficialmente il Campionato, con queste parole: “In qualità di Presidente di (Ente Regionale), dichiaro ufficialmente aperto il (numero) Campionato (Regionale o Mondiale) di Maxibasket (Città e anno)”.
Verrà suonata l’eventuale musica appropriata o l’inno ufficiale FIMBA e le squadre, nel caso si trovino in campo, lasceranno il posto per la via più breve, nell’ordine di ingresso.
Successivamente verrà presentato uno spettacolo in base all’evento.
La celebrazione non deve durare complessivamente più di 45 minuti.
Una volta terminata la celebrazione potrebbe svolgersi un simpatico gioco in programma per la data.
Dopo la celebrazione o il gioco avrà inizio il Welcome Party.

EVENTO SOCIALE
Articolo 38. Il martedì sera, prima della chiusura dei gironi di qualificazione, si svolgerà un evento sociale gratuito con cena e divertimento che riunirà tutti i partecipanti al campionato, le autorità e il personale. Durante l’evento verranno annunciate le prossime città ospitanti.

CENA DI RAPPRESENTANZA
Articolo 39. Giovedì sera sarà servita una cena formale per i rappresentanti della FIMBA, le autorità e il personale della FIMBA, le autorità del Comitato Organizzatore e gli ospiti speciali.

CAPITOLO VII

PREMI E TERMINE DEL CAMPIONATO

MEDAGLIE E COPPE
Articolo 40. Ogni membro delle squadre nei primi quattro posti di ogni categoria e ramo riceverà medaglie come segue, subito dopo la fine dei giochi:
Medaglia di bronzo per il terzo classificato e medaglia grigio acciaio per il quarto classificato.
Medaglia d’oro per il primo classificato e medaglia d’argento per il secondo classificato.
Ci saranno 15 medaglie in totale per ciascuna delle quattro squadre.
Ogni squadra prima classificata di ogni categoria riceverà una coppa o un analogo premio corrispondente, ad esempio una targa.

ORARIO DELL’ULTIMA PARTITA DEL CAMPIONATO
Articolo 41. Le prime partite saranno programmate dopo le ore 8:00 del primo giorno e l’ultima partita programmata inizierà entro le ore 18:00 dell’ultimo giorno.

PRESENTAZIONE DEI PREMI
Articolo 42. Le autorità FIMBA e il Comitato Organizzatore assegneranno le medaglie corrispondenti ai quarti primi classificati e la coppa (o targa) per il primo classificato.

SALUTI DI FINE TORNEO
Articolo 43. Il Presidente del Comitato Organizzatore darà un saluto ai partecipanti ad ogni celebrazione.

CAPITOLO VIII

LE GARE
Articolo 44. Tutte le partite dei gironi di qualificazione avranno il seguente punteggio:
Due punti (2): per una vittoria;
Un punto (1): Per una sconfitta;
Zero punti (0): Per la squadra che non si presenta alla partita all’orario e al campo previsti o che lascia la partita.
Articolo 45. Ogni squadra non giocherà più di una partita al giorno.
Articolo 46. Nessuna squadra può giocare due partite consecutive in meno di 20 ore o giocare più di tre giorni consecutivi.
Articolo 47. Tutte le squadre giocheranno un minimo di quattro (4) e un massimo di sette (7) partite durante i Campionati Regionali e Mondiali e un massimo di quattro (4) in una Lega. Le categorie maschili M60+ e F50+ non possono disputare più di 6 partite in Campionato Regionale e Mondiale.
Articolo 48. Le partite saranno programmate ogni ora e trenta minuti o un’ora e quarantacinque minuti durante le qualificazioni, e ogni ora e quarantacinque minuti o due ore durante le finali. Non ci sarà alcuna tolleranza. La squadra che non si presenterà all’orario stabilito perderà la partita.

SOSPENSIONE DELL’INCONTRO
Articolo 49. Una partita sospesa per qualsiasi motivo una volta iniziata o prima del suo inizio non potrà essere riprogrammata. La commissione di disciplina decide le sanzioni corrispondenti e il risultato.
In caso di forza maggiore senza responsabilità di nessuna delle due squadre sarà risolto mediante bozza fatta dal Direttore di Gara con la presenza di entrambi i delegati e dei capitani delle squadre.
Se la partita viene sospesa dopo l’inizio per causa di forza maggiore verrà definito con il punteggio fino a quel momento.
Articolo 50. Deroga
Art. 51. Fatta la bozza, a norma dell’art. 12, non ci sarà alcun cambio di data o partita, né alcuna riprogrammazione delle partite per nessun motivo.

CONTROVERSIE
Articolo 52. Ogni partita giocata non potrà essere ripetuta per nessun motivo, rispettando le sanzioni ei risultati decisi dalla Commissione di Disciplina.
Articolo 53. Si giocheranno tutte le partite programmate.

PARTITE DI FINALE
Articolo 54. In tutti i casi ci sarà la finale di ogni categoria, che si terrà, se possibile, nello stesso giorno.

SISTEMA DI PUNTEGGIO DI PAREGGIO
Articolo 55. In caso di parità tra due, tre o più squadre, la classifica sarà definita come segue:
Tra due squadre, si qualifica il vincitore della partita tra queste due squadre,
Tra tre o più squadre si applicherà la procedura olimpica:
-Vincitori tra loro,
-Se rimane ancora, differenza canestri (a favore e contro) nel girone,
-Se resta ancora, colui che aveva realizzato più canestri in campo.

TRAINING
Articolo 56. Il Comitato Organizzatore prevede, entro 48 ore prima del torneo e durante il tempo libero del campionato, luoghi e orari per gli allenamenti e le prove delle squadre che ne hanno debitamente richiesto e presentato per iscritto al Centro Iscrizioni o Informazioni.

CAPITOLO IX

REGOLE DI GIOCO
Articolo 57. Qualsiasi regola di gioco non espressamente modificata nel presente documento sarà disciplinata dalle regole ufficiali valide della pallacanestro approvate dalla FIBA.

QUARTER
Articolo 58. Le partite di Maxibasket si giocheranno in due (2) tempi di 20 minuti ciascuno, divisi in quattro (4) quarti di 10 minuti ciascuno.

RIPOSO TRA I QUARTER
Articolo 59. Tra il primo e il secondo quarto e tra il terzo e il quarto quarto è obbligatoria una pausa di 2 minuti. Ci sarà un riposo obbligatorio di 5 minuti tra il primo e il secondo tempo, cioè tra il secondo e il terzo quarto.

INIZIO DEL GIOCO
Articolo 60. Il primo quarto inizia con un salto a due tra le due squadre nel cerchio centrale del campo. Il resto dei quarti segue la regola della palla alternata.

TIMEOUT
Articolo 61. Ogni squadra può richiedere tre sospensioni durante il primo e il secondo tempo con un massimo di due per quarto. I tempi supplementari prevedono un timeout per squadra.

FALLI DI SQUADRA- BONUS
Articolo 62. Un cumulo di quattro falli per squadra e per quarto determinerà, al quinto fallo, la sanzione di due tiri liberi da parte del giocatore che ha subito il fallo.
L’accumulo di quattro falli è per quarto e deve essere segnalato dal tavolo di controllo in modo visibile. Ogni quarto inizia senza accumulo di falli di squadra.

I COLORI DELLE MAGLIE
Articolo 63. La squadra sul lato sinistro del tabellone indosserà maglie chiare. La squadra sul lato destro del tabellone indosserà maglie scure.

REGOLE PARTICOLARI PER LE CATEGORIE SUPERIORI
Articolo 64. Le categorie M65+ e oltre, e F60+ e oltre saranno giocate con una regola speciale di possesso palla: le squadre avranno 10 secondi per trasporre il campo centrale e il cronometro dei 24 secondi partirà quando ciò accadrà.
Le categorie M70+ e oltre e F65+ e oltre giocheranno nel campo più corto e più piccolo utilizzato per la manifestazione.

SCHEDE PUNTEGGIO
Articolo 65. I fogli di punteggio devono essere rilasciati e compilati dal Comitato Organizzatore con un massimo di dodici (12) giocatori con i numeri di maglia presentati dal delegato della squadra 30 minuti prima della partita. I giocatori devono essere iscritti all’elenco delle squadre.
Ogni errore amministrativo sarà di esclusiva responsabilità del Comitato Organizzatore e non delle squadre partecipanti.

FIRMA DEL FOGLIO DI PUNTEGGIO
Articolo 66. Il capitano della squadra sarà l’unica persona responsabile della firma del referto prima dell’inizio della partita nel caso in cui non sia digitale.

CAPITOLO X

COMMISSIONE DISCIPLINARE DEL CAMPIONATO
Articolo 67. Per ogni campionato sarà nominata una Commissione di Disciplina composta da tre (3) membri titolari, secondo il Codice di Procedura e Penalità per i Campionati FIMBA. Il Comitato Organizzatore predispone un ufficio presso il Centro Informativo, un’affissione visibile per l’informazione di sanzioni, squalifiche, ricorsi, reclami e le decisioni della Commissione di Disciplina e un’affissione analoga sul sito web del campionato.

PRECEDENTI SANZIONI DISCIPLINARI
Articolo 68. Qualsiasi persona o squadra punita con una sanzione per essere completa in un futuro campionato, non sarà autorizzata a giocare o partecipare in alcun modo fino a quando l’intera punizione non sarà completata.

SOSPENSIONE AUTOMATICA
Articolo 69. Un giocatore squalificato in una partita è automaticamente sospeso per la partita successiva. In caso di segnalazione alla Commissione di Disciplina deve seguire le norme del Regolamento di Procedura e Penalità.

DOPPIO FALLO TECNICO
Articolo 70. Un giocatore punito durante il gioco con un secondo fallo tecnico sarà squalificato dal gioco.

CAPITOLO XI

NORME SPECIFICHE
Articolo 71. Ogni squadra, giocatore, allenatore e assistente, gli organizzatori dei campionati FIMBA e qualsiasi assistente ufficiale devono rispettare e rispettare tutte le norme e regolamenti FIMBA.

DIRITTO DI AMMISSIONE
Articolo 72. La FIMBA si riserva il diritto di ammettere o meno l’iscrizione di squadre e/o membri di squadre ai diversi eventi e campionati da essa organizzati o sponsorizzati con o senza l’approvazione del Rappresentante nazionale FIMBA, nei casi in cui le squadre o uno qualsiasi dei i suoi membri hanno commesso quanto segue: a) opporsi agli ideali della FIMBA e/o del maxibasket, b) non accettare le regole stabilite dalla FIMBA per lo svolgimento dei tornei di maxibasket, c) compiere atti o manifestazioni tendenti ad impedire l’organizzazione degli eventi e dei tornei organizzati o promossi dalla FIMBA, d) compiere atti o eventi che tendano a danneggiare l’immagine della FIMBA e/o di uno dei suoi amministratori. La Commissione di Disciplina della FIMBA può intercedere d’ufficio o in risposta a qualsiasi reclamo presentato a causa dei fatti menzionati. È espressamente chiaro che questi fatti hanno un carattere meramente
enunciativo.

PROMOZIONE EVENTI
Articolo 73. La FIMBA accetterà solo la pubblicità con i propri mezzi degli eventi e dei campionati organizzati, sponsorizzati o autorizzati. Consentirà l’uso del suo nome e dei suoi loghi solo per la promozione di tornei che sono stati organizzati, sponsorizzati o precedentemente autorizzati. Si intende per promozione o pubblicità in tutti i suoi mezzi, alla grafica, alla televisione, ai social network, ai campionati, agli eventi, ai congressi, alle conferenze, ecc. La FIMBA potrà agire per danni e perdite causati nei confronti di chi o chi abbia violato questa regola o utilizzato il suo nome o ISO logotipo senza autorizzazione.

SPECIFICHE SITUAZIONI “LIMITE”
Specifiche situazioni “limite” ma leggermente discordanti dall’attuale regolamento dovranno essere sottoposte al Comitato Organizzatore che le analizzerà e le valuterà, quindi se approvare o meno.
Inviare richiesta a sport@fimbapesaro2024.com, motivando e dettagliando la richiesta.

Gestione dei Cookies in Conformità al GDPR

Utilizziamo cookies per ottimizzare la tua esperienza. La tua privacy è importante, per cui ti invitiamo a leggere la nostra cookie policy.
I cookies ci aiutano a capire come interagisci con il nostro sito, migliorando la tua navigazione e personalizzando il contenuto. Ci consentono anche di analizzare statistiche per ottimizzare il sito.
Puoi scegliere come i tuoi dati vengono utilizzati. Clicca su "Personalizza" per selezionare le categorie di cookies che desideri attivare, "Accetta" per consentire tutti i cookies, oppure "Rifiuta" per non acconsentire a nessun cookie ad eccezione di quelli necessari al funzionamento del sito.

Essenziali: Necesari per il funzionamento del sito.

Performance: Migliorano l'esperienza attraverso dati anonimi.

Targeting e Pubblicità non sono usati in questo sito.